New York, 16 Giugno 2016, ore 18:32.

Se un matematico dovesse descrivere il ritmo di New York direbbe che è frenetico “by default”, per definizione.

Infatti, a qualsiasi ora del giorno o della notte macchine, moto, biciclette e perfino i pedoni sono in costante movimento a velocità molto elevata; non per niente Liza Minnelli la descriveva come “la città che non dorme” nella canzone che è anche colonna sonora dell’omonimo film “New York, New York” del 1977.

Se capita di trovarsi all’interno della Grand Central, la stazione dei treni a Manhattan, allora la frenesia è all’ordine del giorno.

Incontrare due persone che si fermano per scambiare due chiacchiere è un evento alquanto inconsueto, soprattutto se lo fanno davanti a quattro rampe di scale mobili.

La scena si potrebbe paragonare alla famosa scena del ballo in discoteca del film “Il tempo delle mele” perchè i passanti sembrano danzare al ritmo della disco-music mentre le due persone intente a chiacchierare stanno ballando un lento.

Welcome to New York, benvenuti a New York.

Dati Tecnici:

  • Obiettivo 28 mm
  • Apertura diaframma f/4
  • Tempo di esposizione 1/4 sec
  • Sensibilità ISO-640